Privacy Policy

I COLLABORATORI


Francesco Cavaliere

Pianista, organista, direttore d’orchestra. Maestro accompagnatore alla danza, pianista in formazioni cameristiche, dal 1992 pianista e assistente alla direzione d’orchestra per l’Accademia Corale Stefano Tempia di Torino. Direttore dell’Ensemble Coro di Torino. Organista dell’“Equipaggio della Regia Venaria”. Ha diretto: Orchestra CIO per nove anni in tournèe nei maggiori teatri italiani, Orchestra Lirico-Sinfonica della provincia di Lecco, Orchestra del festival “Estate Lirica Sammarinese”, Orchestra da camera dell’Accademia Stefano Tempia, Orchestra ORP, Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte. Con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai è stato Maestro sostituto sotto la direzione di P. Schneider, F. Shipway, R. Chailly. Ha collaborato inoltre con musicisti di prestigio come: K. Malfitano, R. Scotto, L. Canepa, R. Aronica, F. Meli, V. La Scola, G. Sborgi, A. Pirozzi, A. Carè, D. Livermoore, G. Bizzarro, G.M. Guida, F.M. Sardelli. Assistente del M° Massimo De Bernart nel 2001 Nel Giugno 2016 Ha tenuto una serie di 5 concerti in Giappone in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’inizio dei rapporti diplomatici fra Italia e Giappone (Kyoto e Nara), accompagnando strumentisti e cantanti. Recentemente ha eseguito, in prima assoluta italiana, la cantata “Per la ritrovata salute di Ofelia” di Salieri-Mozart-Cornetti, accompagnando il mezzosoprano Chiara Osella.


 

Crossing Sound Project Quintet

Il Crossing Sound Project nasce nel 2010 come progetto musicale nell’ambito jazz/pop/vocale e cinematografico, alternando vari tipi di formazioni, dal trio al quintetto, fino a formazioni allargate con archi e voci, con un repertorio affidato a trascrizioni originali, scritte appositamente per il gruppo dal Presidente e Direttore Artistico M° Massimo Peiretti.

Il gruppo svolge un’intensa attività concertistica conseguendo consensi di critica e di pubblico.

Nel settembre 2011 il Crossing Sound Project ha inciso il CD “Reflection”, nel Dicembre 2012 il CD “Christmas Greetings”, a fine 2013 il CD “Senza confini” e nel 2016 il Cd “…Metti una sera al cinema”.

Il gruppo, per alcuni suoi progetti, si avvale anche della collaborazione di un quartetto d’archi “Gli Archimisti” e di solisti di fama nazionale come il clarinettista Angelo Vinai e il fisarmonicista Alberto Fantino e il cantante Tiberio Ferracane


 

Giovanni Damiano

inizia a studiare pianoforte all’età di sei anni,  all’Istituto musicale A. Corelli di Pinerolo.Consegue la laurea in pianoforte presso il Conservatorio G. F. Ghedini di Cuneo. È laureando presso il medesimo istituto nel biennio specialistico ad indirizzo cameristico. Ha collaborato come pianista di sala con l’orchestra CRT Master di Talenti. Dal 2015 collabora come pianista accompagnatore nel Campus Estivo Internazionale di Musica HARpeggio e sempre dallo stesso anno è pianista del QuHARtetto formazione con cui svolge attività concertistica in Italia e all’estero. E’ stato il pianista accompagnatore di diverse formazioni corali. Ha collaborato per anni con l’associazione Fabbrica dei Suoni di Venasca (CN). Collabora con lo storico gruppo Badia Corale Val Chisone. Da qualche anno si è avvicinato allo studio della ghironda seguendo gli insegnamenti di Sergio Berardo. È insegnate di musica presso la scuola primaria e docente di pianoforte. Si è laureato in scienze dei beni culturali presso l’Università degli Studi di Torino.


 

Sergio Origlia

Consegue presso il Conservatorio ‘Giuseppe Verdi’ di Torino il diploma di violino e di viola.

Vincitore di due primi premi al Concorso Nazionale “Lorenzo Perosi” di Biella e di un primo premio al Concorso Internazionale “Città di Stresa”.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari.

Ha suonato con i più famosi direttori e solisti come Lorin Maazel, Jeffrey Tate, Carlo Maria Giulini, Daniel Oren, Shlomo Mintz, Luciano Pavarotti, Alexander Lonquich, Jörg Demus, Alirio Diaz, Severino Gazzelloni.

Svolge un’intensa attività cameristica, dal duo con il pianoforte al quintetto d’archi.